Cibi e spezie

 Il sapore del pomodoro è dovuto agli acidi citrico e malico, presenti nella sua polpa che risultano essere utili per favorire la digestione stimolando la secrezione salivare e gastrica

Di questo frutto si usa dire che non si scarta nulla, perché viene utilizzata anche la parte non commestibile, a partire dalle foglie che si intrecciano per costruire stuoie, coperture per tetti o cappelli, al fusto dell’albero da cui si ricava un legno adatto a costruire oggetti, sino ad arrivare ad i fiori che vengono impiegati per ottenere una bevanda alcolica.

Ricca di sodio, calcio, potassio, ferro, fosforo e di vitamine A, C e del gruppo B, in particolare di acido folico o vitamina B9. E’ ricca di antiossidanti e di flavonoidi, utili contro l’azione dei radicali liberi, ottima per la reintegrazione dei Sali minerali nell'organismo, ed il suo succo in particolare è considerato un aiuto naturale in caso di anemia

Il termine più appropriato con cui chiamare questo frutto è cocomero dal latino scientifico Cucumis citrullus; la definizione di cocomero viene utilizzata per lo più in tutta l’Italia centrale, nel Meridione l’espressione comune è melone d’acqua mentre in Toscana viene anche chiamato popone.

Il lino è una pianta della famiglia delle Linaceae. Già in Egitto ed in Etiopia questa pianta era coltivata sia per i suoi semi che per la sua fibra. Dalle diverse parti della pianta si ricavano carta, tessuti, corde e medicinali. Dai semi di lino si ottiene la farina e l'olio di lino che vanta svariati impieghi come integratore alimentare e come ingrediente in prodotti dell’industria.

La pianta delle fragole o Fragaria vesca appartiene alla famiglia delle Rosacee ed ha origini antichissime. Una delle su peculiarità è quella di avere, a differenza degli altri frutti, i semi situati sulla superficie esterna del frutto e non al suo interno.

Il termine asparago può indicare sia l'intera pianta che i germogli della pianta ed appartiene alla famiglia delle Liliacee, la stessa famiglia dell’aglio, ma essendo ricchi di clorofilla sono di colore verde, sono originari dell’Asia ed hanno una storia millenaria.

Gli spinaci appartengono alla specie della spinacia oleracea, che a sua volta appartiene ad una famiglia detta delle Chenopo-diacee, della quale fanno parte anche la barbabietola da zucchero e la bietola.

Appartengono alla famiglia delle Composte o Asteracee, tra le quali troviamo anche la bardana, la camomilla, il cardo mariano, il tarassaco la pilosella per citarne alcune, tutte piante utili al sistema digerente. Contengono poche calorie, circa 22 per 100 grammi sono ricchi di fibre e sono ricchi d principi attivi.

La loro provenienza è l’America Latina e la diffusione in Europa risale al millecinquecento.

    Pagine :
  • 1
  • 2

Resta informato!

Mai lottare contro, sempre agire per… Suggerire lo stile di vita più consono alla singola persona, a partire da un regime alimentare più sano ed equilibrato. Aiutare le persone a cambiare le abitudini sbagliate, portandole a impegnarsi per la salvaguardia del proprio benessere. Aiutare le persone a vivere meglio, alleviando i carichi fisici ed emotivi che si accumulano nella società contemporanea, sempre meno a misura d’uomo. Prendersi la responsabilità della propria salute.
Ci tengo a precisare che non sono un medico e non mi occupo di curare le malattie.