La Barbabietola

23/06/2016 15:14:42
  • Cibi e spezie
IN

La barbabietola appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, ne esistono diverse qualità: quelle comuni da orto, quelle da foraggio, quelle destinate all'alimentazione del bestiame e quelle da zucchero ed è una pianta erbacea biennale, si hanno notizie del suo utilizzo con il nome di beta in alcuni scritti grechi risalenti al 420 a.C. Nella zona di Chioggia, la barbabietola trova una zona particolarmente fertile che le dona la possibilità di raggiungere due produzioni annuali, una primaverile ed una autunnale, mentre nelle altre zone invece la raccolta è solo estiva.
E’ ricca di sodio, calcio, potassio, ferro, fosforo e di vitamine A, C e del gruppo B, in particolare di acido folico o vitamina B9, pur essendo costituita prevalentemente da acqua e fibre. E’ ricca di antiossidanti e di flavonoidi, utili contro l’azione dei radicali liberi.
E ‘utile per la reintegrazione dei Sali minerali nell'organismo, ed il suo succo in particolare è considerato un aiuto naturale in caso di anemia, per favorire l’assorbimento del ferro contenuto nell’ortaggio è consigliato aggiungere del succo di limone appena spremuto.
rafforza i capillari e contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna.
100 grammi dell'alimento contengono soltanto circa 43 calorie
Dalle barbabietole si ricava un colorante naturale E162  , che deriva da un pigmento solubile in acqua chiamato betaina, utilizzato dall’ l’industria dolciaria per la colorazione naturale di creme e dolci, dall’industria cosmetica per la produzione di rossetti, e dall’industria tessile per la tintura dei tessuti .
Per eliminare il colore rosso dalle mani basta strofinare del limone sulle parti macchiate
La si può consumare cruda, grattugiata e semplicemente condita con del succo di limone, oppure stufata, cotta al forno o in padella.
Io generalmente ne estraggo il succo che ha proprietà diuretiche ed ha molti benefici, tra cui anche quelli anti-cancro, e lo unisco al succo estratto da un limone da una carota e da un finocchio per un concentrato rinfrescante e remineralizzante immediatamente biodisponibile.
Nel 1983 grazie ad alcuni studi condotti in Grecia e pubblicati sull’International Journal of Cancer furono attribuite proprietà antitumorali al succo estratto dalla barbabietola, occorre comunque sottolineare che ad oggi sono ancora in corso ricerche sugli effettivi benefici che l’estratto può apportare nel trattamento dei tumori al pancreas alla prostata ed al seno

Mangiare la barbabietola rossa può rendere la colorazione dell’urina e delle feci rosa o rossa, non preoccupatevi perchè è assolutamente normale.
Possiede proprietà depurative, protegge il sistema cardiocircolatorio ed è un ottimo antiossidante grazie alla presenza degli antociani, possiede anche ottime proprietà disintossicanti, grazie al contenuto di betaina ed al triptofano aiuta a contrastare la depressione e stimola il cervello a produrre serotonina, è inoltre energetica, contenendo molto zucchero che viene però rilasciato gradualmente nel corpo,e fornisce molta energia durante le prestazioni sportive. la scienza ha dimostrato che mangiare barbabietole stimola la produzione di ormoni sessuali

Chi soffre di diabete visto il contenuto di zuccheri presenti ne tubero cotto dovrebbe ridurne il consumo così come chi soffre di calcoli renali visto il contenuto di ossalati , inoltre attenzione a chi soffre di gastrite perché stimola la produzione di succhi gastrici.

 


Resta informato!

Mai lottare contro, sempre agire per… Suggerire lo stile di vita più consono alla singola persona, a partire da un regime alimentare più sano ed equilibrato. Aiutare le persone a cambiare le abitudini sbagliate, portandole a impegnarsi per la salvaguardia del proprio benessere. Aiutare le persone a vivere meglio, alleviando i carichi fisici ed emotivi che si accumulano nella società contemporanea, sempre meno a misura d’uomo. Prendersi la responsabilità della propria salute.
Ci tengo a precisare che non sono un medico e non mi occupo di curare le malattie.